“ L’incontro con se stessi e’ una delle esperienze più sgradevoli alle quali si sfugge proiettando tutto ciò che e’ più negativo sul mondo circostante . Chi è’ in condizione di veder la propria ombra e di sopportarne la conoscenza ha già assolto una piccola parte del compito “ c.g.jung
➡️ non c’è conoscenza senza dolore
➡️nessuno può risparmiarcela
➡️ la sofferenza e’ un punto di inizio fondamentale ; occorre stare in quel dolore per riuscire a trasformare l’esperienza
✔️perché i nostri limiti siano un giorno le nostre più grandi risorse