📌L’intelligenza emotiva📌
➡️ “Chi non capisce uno sguardo, non capirà nemmeno una lunga spiegazione ” (Proverbio arabo).
✔︎L’empatia, cioè la capacità di mettersi nei panni degli altri è alla base dell’intelligenza emotiva.
✔︎Questa capacità deve essere sviluppata e possiamo farlo , fin da subito nei bambini . ➡️Ad esempio, facendo capire cosa un amico puo’ davvero provare in una situazione di dispetto oppure di disagio anche durante un gioco
➡️L’intelligenza emotiva è ” la capacità di conoscere le emozioni e di orientarsi con gli altri in modo efficace ”
✔︎Chi non la sviluppa in modo appropriato rischia di confondere le proprie emozioni con quelle altrui;
✔︎Comprendere le proprie emozioni e quelle degli altri è fondamentale per l’essere umano;
📌E’ una competenza trasversale necessaria per svolgere qualunque prestazione e ➡️ per raggiungere obiettivi prefissati nella vita;
👉Nei bambini compare intorno ai 3/8 mesi con le prime “smorfie “; attorno ai 14 /18 mesi i bambini iniziano a cogliere i segnali comunicativi degli altri ed a rispondere a questi ;
✔︎Intorno ai 3 anni, compaiono le rappresentazioni, cioè le idee collegate ai sentimenti con cui il bambino inizia a leggere e codificare la sua realtà
🍀Come possiamo aiutare i bambini a sviluppare in modo adeguato questa competenza?
👉Far parlare loro delle loro emozioni . Se sono arrabbiati diamo lo spazio per fare emergere la rabbia, se sono felici parliamo della felicità che loro provano. ➡️Stiamo sulle emozioni
➡️Se li aiutiamo ad interpretare correttamente le emozioni riducendo l’effetto che quelle negative possono causare, secondo A. O. Ferraris ➡️ li aiutiamo a difendersi dai VIRUS MENTALI 👉“cioè le interpretazioni sbagliate ➡️MI perseguita ➡️Non mi vuole ➡️Non faccio mai bene nulla ➡️tutto deve andare come dico io ”
🍀Noi siamo il loro esempio 🍀